Addio a Zoffany, aveva 13 anni. Una pittura, buon riproduttore

É stato il cavallo che più di tutti ha impensierito Frankel. All’età di 13 anni è scomparso il campione Zoffany (Dansili), deceduto a causa di una insufficienza epatica che ne ha compromesso l’esistenza.

Zoffany è stato un campione autentico ed anche un buon riproduttore. Allevato dalla  Epona Bloodstock, Zoffany fu acquistato per la cifra di 220,000gns alle Tattersalls October Book 1 yearling in qualità di figlio di Dansili, per il quale il Coolmore cercava una continuità, e prodotto della fattrice Tyranny (Machiavellian).

Zoffany ha vinto al debutto ed ha continuato a 2 anni con le Tyros Stakes G3 e con le Phoenix Stakes G1, finendo poi terzo nelle National Stakes G1. A 3 anni è rimasto nell’immaginario il cavallo..”who scared Frankel”, con un finale intensissimo nelle St James’s Palace Stakes G1 al Royal Ascot, mettendo pressione al campione imbattuto di Juddmonte il quale, a dire la verità, era artefice del proprio destino avendo Tom Queally anticipato lo sforzo e rischiando tantissimo in quel frangente. Chiuse la carriera con un altro secondo posto nel Jean Prat G1. Entrato in razza al tasso di monta di €7,500 nel 2012, salì fino ai €45,000 del 2016 scendendo gradualmente fino ai €35,000, poi €25,000 ed ancora €20,000 a cui era stato inserito nel market per questo 2021 imminente. 

Tra i migliori cavalli prodotti sicuramente Thunder Moon, Illuminate, Architecture, Albigna e Ventura Storm, con 7 vittorie. In razza ha prodotto 20 vincitori di Gruppo e 18 Listed performer. Italia ricordiamo soprattutto Pensiero D’Amore, della Effevi. Del resto non era facile avere a buoni prezzi un figlio di Zoffany. LA CARRIERA IN RAZZA CLICCANDO QUI.

Tags:  

Redazione