Mercato digitale

Molto spesso occhi e pensieri degli ippici italiani sono rivolti a quanto succede nella quotidianità del settore. Le preoccupazioni, e spesso i motivi di conflitto principali, erano e rimangono il montepremi, la programmazione e i regolamenti. Fattori importanti, anzi fondamentali per la vita di un comparto, ma sempre e comunque legati solo ed esclusivamente al contingente. Così, anche gli effetti del Covid sono stati percepiti per quello che hanno provocato nella pratica di tutti i giorni, senza neppure soffermarsi un attimo su quelli che saranno i cambiamenti dovuti a mesi di lockdown, parziali o totali, e al passaggio repentino a un’economia o a un’operatività sempre più digitali. Nei giorni scorsi nella redazione di Forbes era presente il numero uno di Skrill, azienda che opera nel settore delle carte prepagate, e illustrava come in questi mesi vi sia stato un boom di sottoscrizioni di carte. A Master Card, uno dei grandi circuiti delle carte di credito, sono in difficoltà nel processare le richieste che arrivano giorno dopo giorno. Insomma, anche in un Paese come l’Italia, considerato fra i meno propensi all’utilizzo dei pagamenti elettronici, la situazione si sta evolvendo, un po’ per necessità di accedere agli acquisti online, un po’ per il timore di maneggiare il contante che potrebbe trasmettere il virus e un po’ per il vantaggio dovuto al cashback dello Stato. In questo quadro, anche l’ippica avrà i suoi cambiamenti, soprattutto nella parte delle scommesse. Perché in questi mesi di chiusura delle Agenzie, l’unica possibilità di puntare è affidata all’online e da quello che abbiamo capito una buona fetta degli scommettitori “abituali” è migrata verso il digitale, abbattendo magari la barriera psicologica dovuta alla mancanza di un rapporto “diretto” con il bookmaker. Così è, se vi pare. Non c’è probabilmente storia e, lentamente ma inesorabilmente, l’equilibrio si sposterà dal “fisico” al “virtuale”.

L’articolo completo lo potete trovare nell’edizione di Trotto&Turf di sabato 9 gennaio.

Tags:  

Redazione