Aste: Ottimo avvio delle Tattersalls Ireland September. Tanti acquisti italiani, il dettaglio

Per il secondo anno consecutivo le Tattersalls Ireland September Yearling Sale si sono tenute presso i Park Paddocks di Newmarket. Subito pimpante la prima sessione, con un trio di lotti che è arrivato a 6 cifre. Nella prima delle due sessioni previste erano in catalogo 276 cavalli, offerti effettivamente 254 (l’anno scorso furono 206) con 217 venduti (contro i 175 dell’anno precedente) ed una clearance dell’85%, come il 2020. Il fatturato è stato di £5,702,500, in grande evoluzione rispetto ai £4 milioni del 2020 ma chiaramente con un maggior numero di venduti. La media è stata di £26,279 (+13%) ed il mediano a £20,000 (+18%). 

A fare il top price, più basso da quello di oltre £300,000 dello scorso anno, è stato un sauro da No Nay Never (Scat Daddy) presentato dal Castlehyde e acquistato dalla Global Equine Group, protagonista anche con il secondo prezzo più alto dell’asta, un Churchill (Galileo) da £110,000. Terzo prezzo per un Ardad (Kodiac) acquistato da Robson Aguiar / Amo Racing, che da foal era stato acquistato per sole £7,500.

Italiani presenti attivi. Soprattutto Valfredo Valiani che ne ha comprati 8 spendendo complessivamente £118,000, con una media di £14,750 a puledro ed un top da £28,000 per una figlia di Ribchester (Iffraaj). Sopra i £20,000 anche per un Kodiac (Danehill) e per una figlia di Siyoux Nation (Scat Daddy). Francesco Santella ha preso un Mastercraftsman da £7,000, la Scuderia Semeso ne ha presi 3: una Cotai Glory (Exceed And Excel) da £9,000 ma soprattutto due maschi da El Kabeir (Scat Daddy) e Adaay (Kodiac) rispettivamente da £19,000 e £10,000, portando così il conto a £38,000. Renato Discepolo ha preso una Fast Company (Danehill Dancer) da £19,000. Anche Danilo Pierdomenico ha comprato una The Gurkha da £3,500.

I RISULTATI COMPLETI ED IL LIVE CLICCANDO QUI.

Tags:   , ,

Gabriele Candi