Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Montecatini: Giovedì 23 giugno

Ippodromo Montecatini
Share

Siamo al limite come campo partenti in questa serata al Sesana, cinque corse con sette partecipanti e due con otto (salvo ritiri). A dare un po’ di sale al tutto c’è la presenza di Alessandro Gocciadoro, in trasferta con quattro soggetti che godranno spesso dei favori del pronostico ma che, almeno in parte, non sono di fronte a compito scontato. Come alla prima, per esempio, dove c’è Capinera Jet, che sarà senza dubbio la favorita, ma la vittoria dovrà conquistarla sul campo, un po’ per le sue estemporaneità, un po’ perché qualche avversaria c’è, a partire dalla veloce Crisallen, reduce da una vittoria sulla pista, per proseguire con la sempre positiva Cara Y Cruz e con una Camaro As “troppo brutta per essere vera” all’esordio con il nuovo training.

Nettissima, invece, la chance di Alessandro alla seconda, dove “l’uomo in giallo” sarà della partita con l’imbattuto Dhaki Jet, che sembra di fronte ad un’occasione eccellente per centrare la terza vittoria in carriera. Qui i migliori fra gli altri sono il veloce Darvin Caf, una Dolce Indal in grado di andare forte quando è in giornata e la mal sistemata Dark Lady Cav.

La terza è una “anziani di minima” con gli aspiranti allievi dove piacciono Even Smaller Plum, in pole, il cresciuto Zodecar Verynice ed un Artes Mj piaciuto molto in occasione della sua ultima uscita. Ancora anziani, ma con i gentlemen e sulla distanza del doppio km, alla quarta corsa: lo schema ad inseguimento non spaventa soggetti come Bamako dei Greppi ed Aaron del Ronco, che abbiamo scelto nell’ordine su Budduso Lippi e Blancka, entrambi in grande ordine e anche loro con chance importanti considerando la duttilità che li caratterizza. Briseide Col ama invece di più le corse in linea e sulla breve, davanti un minimo di attenzione la merita Bruno del Brenta.

La quinta corsa offre l’occasione di rivedere dopo cinque mesi di sosta l’affascinante Ula Risaia Trgf, che ha un difficile sei di avvio ma trova una compagnia ampiamente alla portata. Del tutto ovvio il pronostico per l’allieva di Alessio Di Basco mentre, fra gli avversari, meritano una segnalazione Afrodite Ors, eccellente nel periodo, Zaira Dvs ed il potente Bolero di Poggio, che dovrebbe essere venuto avanti con la corsa di rientro e, un po’ come Ula, inserito in un contesto che non è il suo. Alla sesta c’è di nuovo Alex Gocciadoro, stavolta con il sauro Outlander: indubbiamente il portacolori della Merkulov va forte, ma ad inseguire ci sono soggetti di qualità come Craken As, che è un vero fenomeno con i nastri, e Crack Op. Insomma, alla fine probabilmente la “punta” sceglierà Outlander, noi, però, abbiamo provato, forse azzardando, ad andare contro corrente puntando su Craken e Crack affidando ad Outlander il ruolo di prima sorpresa, ovviamente, con licenza di vincere, il tutto facendo attenzione anche ad un altro cavallo che sta andando forte, Catone Rishow, peraltro recente vincitore sulla pista.

Si chiude con un miglio per tre anni e qui il “Goccia” sarà favorito con Dana Ek: la sorella uterina di Chance Ek ha buone possibilità di provare la corsa di testa, il tutto Deliaz permettendo: la quale, però, se spinge molto nel lancio, rischia poi di scatenarsi come ha fatto all’ultima a Modena, dove ha percorso i primi 400 in 27.2. E non sono tagliati fuori neanche Dakota De Long, Delizia Gar e Davis dei Greppi.

VIERI BERTI