Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Marco Smorgon parla della condizione di Doyourbest in vista del Prix de Berlin

18/6/2022 DOYOURBEST (Bjorn Goop). Foto Perrucci.
Share

Oggi pomeriggio ad Enghien andrà in scena l’edizione 2022 del Prix de Berlin, prova di Gruppo III sulla distanza dei 2875 metri. Una delle possibili protagoniste di questo appuntamento per i tre anni è senza dubbio Doyourbest. Questa figlia di Walner ha dimostrato nel Città di Napoli di essere una delle cavalle più forte della generazione. Due settimane fa Doyourbest è terminata ottava nel Prix Henri Cravoisier. Il suo allenatore Marco Smorgon ha spiegato così quella deludente prova: “Purtroppo la cavalla quel giorno era in calore. Ho trovato la mia allieva poco reattiva e poco scattante. Già dopo 600 metri ho dovuto richiederla pesantemente perché stranamente non si impegnava. Inoltre dal punto di vista tattico la corsa non è venuta molto bene; ci siamo ritrovati abbastanza indietro e poi era davvero dura recuperare con una chiusa così violenta.

D’altronde una giornata storta può capitare a tutti. La cavalla successivamente ha lavorato in ottima maniera ed arriverà sabato ad Enghien pronta per disputare una buona prova. Non sarà la corsa della vita, il mio obiettivo è quello di portarla al Marangoni al cento per cento della forma. Per questo motivo guiderò abbastanza prudentemente la cavalla. Penso di stare abbastanza coperto durante il percorso, per poi far sprintare la mia allieva ai 600 metri finali.

Lei possiede un cambio di velocità importante, sulla lunga dirittura di arrivo di Enghien penso si possa esaltare. Oggi pomeriggio correrà con i quattro ferri, un assetto che gli ha permesso di realizzare le migliori prestazioni in carriera. Doyourbest è una cavalla molto rispettata; non ha molte corse nelle gambe, quindi per farle aumentare l’esperienza ho deciso di ripresentarla in pista a distanza di due settimane. In Doyourbest ho molta fiducia per il proseguo di stagione; insieme a Bjorn Goop sono convinto che potremmo fare uno splendido lavoro con lei”.