Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Nostrum, prospetto da Ghinee

Nostrum lanciato verso il successo a Newmarket
Share

Che Nostrum potesse essere un cavallo di gran lignaggio lo si poteva intuire ma quello che ha mostrato a Newmarket nelle Tattersalls Stakes lo pone fra i top della classe 2020.

Come detto dallo speaker inglese Abravaggio si ritagliava il suo angolo di notorietà andando in testa per 500 metri poi sostituito da Nostrum sul quale Ryan Moore progressivamente si abbassava iniziando a stantuffare. Ai 400 finali Golloway Bay si presentava minaccioso mentre Victory Dance, chiuso netto favorito era già in crisi. Il finale non aveva storia perché Nostrum allungava e lasciava ad 1 lunghezza e un quarto l’avversario, con Victory 3 lunghezze dietro.

Nostrum nasce da Kingman mentre la madre Mirror Lahe aveva vinto una listed sull’a.w. ed ha prodotto 6 vincitori di cui 3 con un RPR superiore a 100. Ha l’iscrizione nelle Dewhurst e sarà interessante vedere cosa deciderà Sir Michael Stoute.

Nella listed per fondisti Thunderous ha definitivamente conquistato il titolo di “piscione dell’anno” non riuscendo a reagire al preciso spunto di Nate The Great con William Buick in sella che pur passando forse troppo presto conteneva nettamente l’avversario.

Per Buick il primo titolo di champion jockey è solo una questione formale.