Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Esame di maturità per Lisaert nel Premio Regina Elena

Lisaert
Cavallo al galoppo
Share

Edizione 2020 del Premio Regina Elena che si prospetta di grande spettacolo in pista con ben diciannove partenti. Intriga tantissimo Lisaert, che ha vinto le due corse fin ora disputate; la pupilla di Riccardo Santini però non è ancora rientrata nel periodo post lockdown ed in più ha preso uno steccato larghissimo, il 18 arriva La La Land, allenata da Henk Grewe, che ha accettato la sfida proponendo una grigia molto essenziale nel modello ma agile e scattante. A 2 anni è giunta terza in una corsa a Düsseldorf alle spalle di Rubaiyat, che vedremo all’opera nel Parioli. Nel 2020 la grigia è rientrata con un terzo posto in listed dietro a Flamingo Girl e poi è andata a cercare fortuna a Dresda, da favorita, in una buona condizionata. Endo Botti ne schiererà quattro con ovvia preferenza per la vincitrice del Seregno Wonderful World, che finora ha sbagliato poco e conosce la pista di Roma. Meno appariscenti, ma dotate, Wannacry, Mindwillandfry e Dame De Coeur. Quest’ultima non ha ancora mostrato il suo reale valore ma occhio a trascurarla. Faccio Io, Scuderia Blueberry, è piaciuta tantissimo in pista dritta a Milano, dove ha vinto con estrema disinvoltura. Isabella Bezzera, oltre a Faccio Io, avrà in pista Frivola che sarà avvantaggiata dal ritmo veloce della corsa. Stefano Botti presenta con ottime chances di successo Rose Secret, la seconda del Dormello. Al rientro non è apparsa concreta, ma era un periodo nel quale i cavalli di Stefano stavano facendo molto lavoro di fondo e sicuramente sarà venuta avanti di condizione. Da Roma ci proveranno Agostino Affè con Haven Park, cavalla dotata, e Frequent Flyer, sicuramente più esposta e altrettanto dotata. Sebastiano Guerrieri getterà nella mischia Mighty Rock che porterà i paraocchi per la prima volta in carriera.