Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Alla scoperta dei rivali di Cima Emergency

Share

Due pagine speciali del numero di domani di Trotto & Turf sono dedicate alla scoperta degli avversari di Cima Emergency nel Derby di domenica a Capannelle. Tre arrivano dall’estero, anche se Tuscan Gaze correrà per i colori italiani della Mag e con il training di Gabriele Bietolini. L’ex allievo di John Gosden ha effettuato un galoppo nella mattinata a Chantilly sotto gli occhi di Gianluca Bietolini ed è attrso per domani a Roma. Gli altri due stranieri sono Papa Power e King’s Caper, entrambi piuttosto pericolosi. Il primo è un allievo di Andrew Balding, il secondo di Mark Johnston e sono valutati più o meno sulla stessa linea dai rating ufficiali, che li pongono rispettivamente a quota 92 e 91. Dagli stranieri alla corazzata Botti, che per una volta, alla vigilia del Derby, non ha tutti i riflettori puntati su Cenaia. Il team più vincente del galoppo italiano non sta vivendo una stagione stellare, finora non ha ancora vinto una corsa di gruppo, e si avvicina al Nastro Azzurro in silenzio. Stefano Botti esamina le chances dei suoi tre candidati alla classicissima, Baptism, Clarenzio Fan e Voices from War. E per Clarenzio c’è tutta la favola del suo proprietario Elvis Brunetti, che lo ha acquistato quasi per caso all’Asta Sga e si ritroverà domenica a vivere da protagonista la corsa della vita. L’onda lunga delle Oaks porta invece al Derby Niccolo’ Simondi, che schiera il vincitore dell’Emanuele Filiberto Masterwin. Per il trainer è un cavallo in continuo progresso, adatto al terreno buono, con qualche timore per l’eventuale caldo. Massimo rispetto per i tre inglesi (compreso quello di Bietolini) e Cima Emergency perché il Parioli gli è parso il miglior trial. Secondo il proprietario Gianni Martone è un cavallo affascinante con il quale vivere il Derby come tappa di una evoluzione che potrebbe completarsi anche più avanti nel tempo.

Share