ippodromo di Roma

ippodromo di Roma

Articoli

Corse

Nessuna corsa trovata con i parametri immessi

Nessuna corsa trovata con i parametri immessi

Storia dell'ippodromo

L'ippodromo delle Capannelle di Roma fu inaugurato nel 1881, il toponimo ‘’’Capannelle’’’ della località deriva dal fatto che nell'Ottocento, presso il vicino bivio tra la via Appia Nuova e la via Appia Pignatelli, esistevano due capanne caratteristiche dell'agro romano, fatte di legno e di frasche, ove i viandanti potevano trovare ristoro e bere un bicchiere di vino. L'impianto delle Capannelle fu ricostruito nel 1926. Fino a marzo 2014 ha ospitato esclusivamente gare di galoppo, sia in piano sia in ostacoli; poi sono iniziate anche gare di trotto, su una nuova pista appositamente realizzata, dopo la chiusura dell'ippodromo Tor di Valle che era esclusivamente dedicato al trotto.

Struttura

L'impianto di Capannelle di Roma è stato inaugurato nel 1926. È fornito di un grande parcheggio esterno può accogliere comodamente migliaia di autovetture e la stazione metropolitana della linea ferroviaria dei Castelli Romani ferma proprio a ridosso di uno degli ingressi secondari. L'ingresso all'ippodromo di Capannelle è gratuito ed una volta passate le biglietterie è possibile prendere dalla bacheca un programma delle corse che illustra tutti gli avvenimenti del pomeriggio: le corse, i cavalli, i fantini, gli allenatori e i così detti favoriti secondo la stampa specializzata. In totale le tribune sono quattro e sono situate nei quattrocento metri prospicienti la dirittura di arrivo. Ospitano al loro interno i totalizzatori per le scommesse, due bar e un ristorante panoramico. Alle spalle delle due tribune principali si apre, in posizione centralissima, il tondino. Questa zona è riservata agli addetti ai lavori ed è contornata da gradoni e panchine dove sedersi e studiare i cavalli su cui scommettere. Per puntare sul cavallo favorito ci sono varie possibilità: al totalizzatore, nelle zone simulcasting e nell’agenzia di scommesse. I punti di raccolta delle scommesse sono presenti vicino l'ingresso, accanto al tondino e soprattutto sotto le tribune. Le tipologie di scommesse sono varie: vincente, piazzato, accoppiata, trio, tris, quartè, quintè, vincente e accoppiata nazionale. Le quote per i vincitori saranno rese note dagli altoparlanti dopo ogni corsa. I monitor, disseminati in ogni angolo dell'ippodromo, sono collegati direttamente al totalizzatore e per ogni cavallo indicano le quote probabili e la tipologia di scommessa, oltre a riproporre la corsa appena disputata o altre corse importanti di altri ippodromi. Per i bambini è a disposizione un parco giochi di quasi 20.000 metri quadrati situato proprio a ridosso della dirittura di arrivo. La Ludoteca ed il Pony Club assicuro nelle giornate festive animazione, musica, feste a tema e laboratori didattici

Come raggiungerlo

La pista del trotto

La pista di trotto dell'ippodromo delle Capannelle è stata realizzata nel 2013 e inaugurata il 9 aprile 2014. Ha uno sviluppo di 1.000 metri con un raggio di curvatura superiore agli 80 metri. Il fondo per la realizzazione della pista, drenante e soffice al tempo stesso, è costituito da due strati di materiale pozzolanico di varie pezzature (25 cm. di base + 10 cm. di calpestio e usura) proveniente da una cava distante solo sette chilometri dall’ippodromo. La pista è completata da un sottile strato di miscela di sabbia di lapillo pozzolanico e di sabbia lavata di pozzolana.

Arrivo

La retta d'arrivo dell'ippodromo di Roma di è lunga circa 200 metri ed ha una larghezza minima di 16,64 metri, inoltre presenta una pendenza del 5,11%.

Record pista trotto

05/10/2014 - PRUSSIA 1.10.9
Share