Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Una vicenda scivolosa

Binocolo puntato
Share

Era un weekend stellare, con i riflettori puntati oggi sulla notte di Torino, quella in cui va in scena il Nazionale, una delle classiche più prestigiose e amate sulla strada del Derby. Sempre oggi, a Merano prende il via il meeting clou della prima parte della stagione, una due giorni che, in fotocopia con quello che accadrà a fine settembre, è chiamata a mandare in scena i confronti internazionali più prestigiosi per gli ostacolisti. E alla fine di tutto, nel cronoprogramma, c’era l’appuntamento con la super giornata delle Oaks, che l’ondata di caldo che sta colpendo l’Italia ha fatto programmare in semiserale.

C’era e c’è, perché alla fine probabilmente a Milano si correrà, anche se c’è ancora qualche dubbio residuo da sciogliere, ma certamente quello delle Oaks non sarà l’appuntamento festoso che avrebbe potuto essere. Se tutto andrà come sembra le corse si disputeranno, ma tutto rimane appeso a un filo e comunque la decisione di “sospendere” lo sciopero è arrivata solo giovedì in tarda serata, dopo l’accorata mediazione di Ang, che ha organizzato un incontro fra i sindacalisti locali e il ministero delle Politiche agricole per lunedì, convincendo in questo modo i rappresentanti dei lavoratori a deporre almeno momentaneamente l’ascia di guerra.

La giornata di giovedì è stata un percorso ad ostacoli e soprattutto a due facce, con la presentazione in pompa magna della Jumping Cup, l’evento di equitazione che andrà in scena la settimana prossima a San Siro, a fare da contraltare alla giornata di corse mestamente annullata per sciopero. E sullo sfondo la concreta possibilità che anche domenica