Offerta promozionale limitata: leggi Trotto&Turf gratis! LEGGI

Weekend Italia, grande abbuffata

Binocolo puntato
Share

Da anni si parla di razionalizzare i calendari delle corse e da anni la situazione non migliora. Scorrendo per l’ennesima volta quanto viene proposto dall’ippica italiana in questo weekend vengono i brividi. Al sabato sono in programma la bella giornata di San Siro, con una pattern (il Piazzale), una listed (il Bessero) e un HP (il Cancelli); Merano propone la prima giornata del “suo” meeting con al centro la Gran Corsa Siepi, affiancata dal Nazioni e dal Gruppo 2 per i 4 e 5 anni in steeple. Questo solo per il galoppo, perché il trotto da parte sua propone la giornata dei gentlemen a Firenze con il Federnat e l’ultimo atto del Campionato Mondiale e, se non bastasse, Pontecagnano manda il scena il suo Gran Premio. Se non bastasse si corre anche a Capannelle trotto, a Treviso trotto, a Siracusa e Chilivani… Passiamo alla domenica, il giorno del Gran Premio di Merano, che non sarà certo da solo, anzi… Perché il galoppo propone anche un convegno interessante a Capannelle, dove nello Scheibler rientrerà Tempesti e a Milano si correrà comunque, con un convegno di routine. E il trotto? C’è la super giornata dell’Arcoveggio con una classica come il Continentale, alla quale si aggiungono i convegni di Napoli e Palermo. Nessuno, in tutto il mondo, presenterebbe mai un programma del genere, primi fra tutti i francesi, i soli che possono avere di questi problemi visto che si corre ad alto livello al galoppo, piano e ostacoli, e al trotto. E se volete trovare qualche concomitanza di gruppi 1 dovete guardare agli Stati Uniti, dove però fra East e West Coast ci sono tre ore di fuso orario… Nel weekend italiano nessuno fra quelli che mandano in scena gli avvenimenti avrà lo spazio di comunicazione e di scommesse che avrebbe meritato e, come spesso accade, vi saranno pressioni e “spinte” per garantirsi qualche minuto in più sul canale televisivo dell’ippica. Ma, come sempre nel Paese dei campanili, ognuno ha messo una bandierina su una data e va mantenuta, anche se alla fine gli svantaggi per il sistema, e indirettamente anche per chi organizza le corse, saranno evidenti.